Scegliere il servizio di hosting giusto

Spendere poco o spendere tanto? Dipende dal tuo progetto.

Quando si tratta di mettere in piedi un sito, il nodo cruciale da affrontare, sempre, è il servizio di hosting. E il budget da investire dipende moltissimo dal tipo di sito web.

Partiamo da una premessa: un sito che dovrà avere molte pagine che dovranno essere aggiornate frequentemente e implementare servizi importanti, come Feed RSS, interazione con i social, o un e-commerce, non può fare a meno di un CMS.

Il più popolare è indubbiamente WordPress, che essendo scritto in PHP necessita di un tipo di Hosting che giri su server Linux.

Non che sia un problema: TUTTI i provider ormai prevedono pacchetti di hosting Windows e Linux, per cui la domanda vera è: un hosting da quanto? E su quale azienda fare affidamento?

Intanto sgombriamo il campo da un equivoco: che risparmiare sull’hosting sia una mossa vincente. Eh no!

Specialmente se pensi di affidarti a WordPress, ci vuole un signor servizio di hosting che possa garantirti almeno queste quattro cose:

  1. un uptime superiore al 99 %.
  2. Un servizio di backup programmabile.
  3. Un servizio di installazione di applicazioni web come Fantastico, Softaculous e Installatron.
  4. Un servizio di assistenza clienti 7 giorni su 7.

Notoriamente i provider americani sono rispetto a quelli italiani, meno cari ed offrono una pletora di servizi da paura.

Non posso fare a meno di menzionare Dreamhost, BluehostSiteground Hostgator . La mia personale esperienza è stata con i primi tre e mi sono trovato davvero molto bene.

La spesa? Dagli 80 Euro all’anno in su. Ti sembra molto? Per tutto quello che viene offerto, sinceramente no.

Per quanto riguarda i provider italiani, posso consigliarti ServerPlan, davvero eccellente e, grazie ad una segnalazione della Community WordPress Italy, ho scoperto CheWeb!, che offre un pacchetto veramente interessante ad un prezzo più basso rispetto alla concorrenza. Te la cavi con 65 Euro all’anno.

Lascio per ultimo un provider oramai divenuto celebre per la sua politica dei prezzi: Tophost.

Tophost offre il suo più popolare pacchetto di hosting, Topweb, ad un costo veramente esiguo (attualmente a meno di 13 Euro all’anno) e offre, nel complesso, una serie di servizi professionali che lo rendono un servizio di hosting low-cost scelto da molti.

Attualmente, esiste anche un piano da poco più di 24 Euro all’anno che promette performance migliori e consente ai propri clienti di implementare il protocollo https:// grazie ad un certificato SSL  gratuito come Let’s Encrypt.

Per il momento è tutto.

Piero

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *